In una casa, non possono mancare le piante come complemento d’arredo, per creare spazi accoglienti e che sappiano di noi.

Per questo motivo è importante che la cura del verde che ci circonda, sia in armonia con i principi del Benessere naturale e del Vivi Sano. Avere una pianta in casa, non è solo un fattore estetico, è anche un piccolo polmone verde gratuito di cui possiamo godere e gioire.

Ci sono piante che grazie alle loro proprietà purificanti per esempio, fanno si che se nell’aria sono presenti inquinanti come fumo di sigarette o eccesso di smog cittadino grazie alla capacità di assorbire una parte del particolato presente, possono purificare l’aria. Per esempio la “pianta mangia-fumo, le piante aeree come la Tillandsia  o le Sansevieria, sono tra le più apprezzate per aiutare a risolvere questo problema. Oltretutto una pianta, come ogni essere umano, è viva e come tale è fatta di energia con cui interagiamo anche se non ce ne rendiamo conto e che ci aiuta e rendere le nostre giornate più belle.

Prendersi cura delle nostre piante domestiche o da giardino non è sempre semplice perché la Natura ha creato un equilibrio fatto anche di parassiti delle piante che servono a mantenere stabile una popolazione naturale. Per proteggere le nostre piante però, abbiamo degli alleati che ci aiutano a curarle senza contaminare l’ambiente dove viviamo.

Uno dei più comuni insetti infestanti le nostre piante da appartamento e da giardino, sono le cocciniglie cotonose. Per chi non le conoscesse sono dei piccoli battuffolini bianchi che troviamo comunemente nelle foglie degli agrumi, oppure nelle rose e in tutte quelle piante a foglia larga.

Questi parassiti producono degli essudati zuccherini che poi diventano il terreno di crescita di altri parassiti come funghi e batteri. Non è raro infatti trovare una pianta infestata da cocciniglia, che sia poi ricoperta di uno strato scuro e appiccicoso sopra le foglie, seguito poi dall’arrivo di formiche (ghiotte di questo essudato) e da altri insetti come gli afidi che a loro volte ne producono altra.

Per bloccare questo circolo vizioso (che ci teniamo a precisare essere un meccanismo naturale assolutamente importante per mantenere un equilibrio stabile in natura ma non in casa) abbiamo degli alleati come la Melaleuca alternifolia. Il suo olio essenziale, usato soprattutto come antibiotico e antibatterico, è anche un eccellente antiparassitario in quanto nella sua caratterizzazione chimica troviamo diversi costituenti che messi insieme lo rendono un ottimo rimedio naturale per gli insetti parassiti. Oltretutto le sue proprietà antifungine fanno si che l’eventuale presenza di afidi o funghi parassiti come l’oidio, venga contrastata.

Per rendere efficace il trattamento, è necessario mettere in un vaporizzatore da 250 ml circa 25 gocce di olio essenziale puro e bisogna ripetere l’operazione almeno per 3 volte (con intervallo variabile dal tipo di infestazione) prima di aver eliminato il problema. Questo perché, benchè vengano eliminati gli insetti adulti, possono essere presenti delle uova tra le foglie, che non sono state intaccate dal trattamento e che schiudendosi daranno origine ad una nuova generazione parassitizzante.

La natura è nostra alleata, dobbiamo ricordarcelo e rispettarla perché da essa traiamo il nostro nutrimento e la nostra energia. Per ulteriori domande o approfondimenti siamo a disposizione, la nostra professionalità e i nostri studi scientifici sono a vostro servizio.

 

 

 

Rispondi