Kit Ajna

30,00

Kit Ajna: il chakra del terzo occhio

  • contiene 1 olio essenziale di Alloro e 1 olio essenziale di Rosmarino da 10ml

Il chakra del terzo occhio si trova nella testa, tra le sopracciglia, ed è il simbolo dell’intuizione e della vista al di là delle apparenze e al di là anche della stessa realtà.

È collegato agli occhi ma anche alla fronte, al cervello e al midollo spinale. In questo chakra si collegano tutti gli opposti e tutte le dualità, come il maschile e il femminile, la ragione e l’intuizione, la forma e la sostanza, il corpo e la mente, il buono e il cattivo.

E il terzo occhio vede quello che esiste oltre a queste separazioni, dissolvendo le dualità per arrivare a scorgere la vera realtà.

Se il flusso di energia che attraversa questo quinto chakra fluisce, entriamo in sintonia con il nostro Sè. Diveniamo intuitivi, consapevoli, concentrati e altamente percettivi, l’empatia si amplifica e possiamo riuscire capire cosa pensano le altre persone.

Vediamo il mondo per quello che è, nella sua energia e nella sua spiritualità, con saggezza e senza pregiudizi. Riusciamo a comprendere l’essenza di ciò che ci circonda, scorgendo oltre quello che guardiamo con gli occhi.

Per riequilibrare il chakra del terzo occhio, la meditazione è molto importante. Attraverso la meditazione possiamo infatti metterci in comunicazione con noi stessi e con l’energia che è intorno a noi.

Scheda riassuntiva

  • Posizione: testa
  • Funzione: intuizione
  • Colore: indaco
  • Elemento: luce
  • Senso: vista, sesto senso
  • Pietre: ametista
  • Mantra: om
  • Loto: 2 petali con al centro un triangolo con la punta verso il basso
  • Nota: la

Puoi miscelare gli oli del kit insieme o usarli singolarmente, immaginando di contattare il color indaco che viene attivato strofinando tra le mani le essenze e veicolando così i preziosi fitoelementi. Crea la meditazione più adatta a te, in un posto comodo e riservato, dove sentirti al sicuro ed in pace. Puoi usare per contattare il sesto chakra anche l’olio essenziale di Mirto.

Ricorda sempre che la riconnessione verso il tuo centro, avviene quando la nostra intenzione è libera da pensieri (lavorando sullo stato di presenza del Sé), così da diventare canale puro per le energie dell’universo.

Buona Pratica, Antonio ❤️

Descrizione

Probabilmente avrai già sentito parlare almeno una volta nella tua vita dei Chakra, che sono dei centri energetici molto importanti presenti nel nostro corpo!

Chakra è una parola sanscrita che significa ruota, disco o cerchio. I chakra sono descritti come dei vortici di energia che si trovano lungo un percorso energetico che scorre all’interno della colonna vertebrale.  Si tratta di punti di raccolta e di trasformazione del prana, l’energia vitale, e hanno il compito di assorbire questa energia e distribuirla tra le numerose funzioni che ci permettono di vivere.

Si arrivano a contare fino a 114 chakra diversi, ma di questi 7 sono i principali, e sono quelli a cui si riferisce la maggior parte delle volte quando se ne parla. Questi 7 chakra sono distribuiti lungo la colonna vertebrale, dalla base del coccige fino alla sommità della testa.

Anche se abbiamo dato loro una collocazione specifica, i chakra non sono parte del nostro corpo fisico bensì del nostro corpo sottile, ovvero quel corpo fatto di infinite strutture energetiche, movimenti energetici, forme e colori che influenzano anche il nostro corpo fisico.

Prima che qualcosa prenda forma sul piano fisico esiste come energia, e questo è il motivo per cui la conoscenza dei chakra può essere molto utile per lavorare anche con il benessere, l’equilibrio e la salute. Imparando a stimolarli miglioriamo il loro stato e manteniamo una buona qualità di energia che scorre in noi attraverso di essi.

I chakra sono rappresentati  con dei fiori di loto chiusi, semichiusi o aperti con differenti numeri di petali e per questo motivo a volte sono anche chiamati Padma, che significa appunto “loto”. I petali di questi fiori rappresentano le Nadi, ovvero i canali energetici attraverso cui i chakra possono ricevere e distribuire energia, per poi trasferirla agli organi e agli apparati del corpo associati al chakra stesso.

Ognuno di questi sette chakra ha un numero di petali, un nome, un colore, un elemento, un suono, una vibrazione, un’area specifica della colonna vertebrale e un conseguente focus su una parte del corpo.

A livello sottile, corrispondono alle qualità fondamentali per lo sviluppo armonico dell’essere, rappresentano le diverse tappe evolutive dell’essere umano, e il loro ordine non è casuale: si parte dal più materiale al più sottile per indicare un percorso che comincia nella materia per arrivare, via via, ad una conoscenza e una consapevolezza più elevata.

Spero che queste informazioni generali ti siano state utili, lo studio e la pratica sono importanti per trovare dentro di sé la giusta connessione con i propri punti energetici.

Sperimentare è fondamentale, con leggerezza e gioia nel cuore ❤️

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Kit Ajna”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *